Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

mercoledì 28 dicembre 2016

Vocabulary.co: giochi per apprendere la lingua inglese


Si tratta di un sito ricchissimo di giochi di ogni tipo per apprendere, o insegnare, la lingua inglese

Nella schermata iniziale ne trovate soltanto alcuni contenuti nel sito; sulla sinistra, invece, c'è un nutrito elenco di giochi per argomento, su parole omofone, analogie, letteratura, ossimori... e molto altro.

I giochi sono totalmente gratuiti e funzionano senza alcuna registrazione

 --------------------------

martedì 20 dicembre 2016

Attività collaborative su lavagna virtuale: Stoodle

Si tratta di uno strumento eccellente che permette di condividere tra più utenti (potenzialmente tutti gli alunni di una classe o più) la stessa schermata.

La cosa primaria da sottolineare è che per utilizzarlo non occorre alcuna registrazione.

Una volta entrati nella pagina principale occorre cliccare su "Launch a Classroom", cioè "lancia una classe". A questo punto vi verrà chiesto di inserire il vostro nome (What is your name?): dopo averlo fatto avrete a disposizione un URL da condividere con le persone che intendete far entrare nella vostra "lavagna".
L'URL è l'indirizzo in alto alla pagina da copiare e inviare tramite diversi canali: chat, mail ...
A questo punto non resta che usare la risorsa in tutti gli strumenti che essa mette a disposizione: si possono caricare elementi, utilizzare figure e immagini, disegnare a mano...

In basso a sinistra, dove trovate scritto "Chat and participants", potrete vedere quali delle persone da voi invitate sono collegate ed interagire con loro tramite chat oppure con microfono.

Stoodle vi permette inoltre di inserire immagini direttamente dal vostro device oppure caricandole on line. Potete anche inserire foto o video realizzati in tempo reale tramite webcam.

Non è possibile però salvare le schermate, se non facendo una semplice istantanea dello schermo.


lunedì 19 dicembre 2016

Audiolibri ed ebooks in lingua inglese da scaricare gratis: Loyal Books

Segnaliamo un'ulteriore risorsa per la lingua inglese, sia per esercitarsi sia per l'insegnamento: si tratta di Loyal Books, una raccolta di oltre 7000 audiobooks ed eBooks liberamente scaricabili in lingua inglese (e non solo. Vedi dopo).

Dal Mago di Oz al Ritratto di Dorian Gary, da Peter Pan alle avventure di Sherlock Holmes: romanzi, storie e racconti scaricabili su pc, tablet e smartphone in pochi click.

Avvalendosi della colonna di sinistra è possibile effettuare la ricerca per genere, per ambiti di interesse e per fasce d'età, oltre che secondo la top 10 dei più scaricati.

In fondo alla colonna, inoltre, sotto "languages" si può accedere ad altre raccolte di romanzi e libri in altre lingue straniere: cinese, tedesco, francese, spagnolo, giapponese e ... italiano! 

La risorsa è davvero utile! Buon lavoro e buono studio!

--------------------------

domenica 18 dicembre 2016

Periodo di formazione e di prova: indicazioni operative. A.S. 2016/2017

Riportiamo di seguito, scremato da elementi inutili o poco funzionali, le indicazioni pubblicate dall'USR del Lazio in merito a tempi e modalità di svolgimento del periodo di formazione e di prova. Tale periodo si rivolge al personale docente specificato nel paragrafo "Destinatari e servizi utili per il periodo di formazione e di prova" (vedi più giù).
In fondo al post viene riportato il link da cui è possibile scaricare le Indicazioni in originale.

Si ribadisce che, anche per questo anno scolastico, sarà adottato il modello per la
realizzazione del periodo di formazione e di prova già messo in opera nell’anno scolastico 2015/2016.
Il percorso si concretizza in almeno 50 ore di formazione complessiva, considerando le seguenti attività:

- Attività formative in presenza;
- L’osservazione in classe e la rielaborazione professionale, mediante gli strumenti del “bilancio di competenze”, del “portfolio professionale”, del patto per lo sviluppo formativo.

Destinatari e servizi utili per il periodo di formazione e di prova.
a) i docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato, a
qualunque titolo conferito, e che aspirino alla conferma nel ruolo;

b) i docenti per i quali sia stata richiesta la proroga del periodo di formazione e prova o che
non abbiano potuto completarlo negli anni precedenti. In ogni caso la ripetizione del
periodo comporta la partecipazione alle connesse attività di formazione, che sono da
considerarsi parte integrante del servizio in anno di prova;

c) i docenti per i quali sia stato disposto il passaggio di ruolo.

Il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del
servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell'anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche. Fermo restando l'obbligo delle 50 ore di formazione previste, i centottanta giorni di servizio e i centoventi giorni di attività didattica sono proporzionalmente ridotti per i docenti neoassunti in servizio con prestazione o orario inferiore su cattedra o posto.

L'attività di formazione è svolta con riferimento alla tipologia di posto o alla classe di
concorso di immissione in ruolo.

Adempimenti delle istituzioni scolastiche
Il Dirigente Scolastico avrà cura di informare i docenti neoassunti tenuti all'effettuazione del periodo di prova e formazione (artt. 2 e 3 del decreto) circa le caratteristiche salienti del percorso formativo, gli obblighi di servizio e professionali connessi al periodo di prova, le modalità di svolgimento e di valutazione, con particolare riguardo alle nuove funzioni attribuite ai tutor.

venerdì 16 dicembre 2016

"So tutto", ebook con schede di italiano da scaricare, per tutte le classi della primaria

Propongo dell'ottimo materiale per la lingua italiana adatto a tutte le classi della scuola primaria.

Si tratta di 5 libri scaricabili gratuitamente, uno per ogni classe, che contengono moltissime schede didattiche su tutti gli argomenti di scrittura e riflessione linguistica che in genere si propongono nella scuola primaria. 






Ad ogni link segnalato è possibile scaricare l'ebook gratuito tramite l'apposito tasto "download" subito sotto la barra. 
I libri si possono anche semplicemente consultare senza scaricarli.

La fonte è la seguente: https://issuu.com/studio65


---------------------------------------

lunedì 12 dicembre 2016

La nascita della scrittura: due fascicoli didattici da scaricare

E' difficile restare indifferenti di fronte al fascino della nascita della scrittura, strumento che ha rivoluzionato la storia dell'umanità (tanto che la storia documentale inizia proprio, per convenzione, da quando l'uomo ha iniziato a mettere per iscritto il proprio vissuto) e la vita concreta di tutte le persone.

 Di seguito riportiamo due fascicoli molto utili, in formato PDF, che riportano materiali e spiegazioni sulla nascita della scrittura, per rendere questo argomento, spesso trattato in modo superficiale sui libri scolastici, degno di approfondimento.

Si tratta di un fascicolo di 6 pagine in formato PDF, con una breve storia della scrittura, arricchita con immagini, semplificazioni, schemi.

Si tratta di un fascicolo di 7 pagine in formato PDF. La risorsa è simile a quella precedentemente segnalata, ma non uguale. Vi è del materiale in più e un utile schema che illustra la storia delle lettere degli alfabeti fenicio e greco. 

-------------------------------------

giovedì 8 dicembre 2016

"Ognuno ha il suo tempo" - Educare Narrando

Testo davvero molto bello sul "tempo"; sulle lancette dell'orologio che scorrono per ciascuno in modo diverso. Ognuno vive il suo tempo e sarebbe un grande errore paragonare il proprio con quello altrui. Ognuno "è" un orologio unico ed irripetibile ed ognuno rende unico il proprio percorso di vita.
Seguono parole che fanno davvero riflettere.

"Qualcuno si è laureato a 22 anni e ha trovato lavoro a 27; qualcuno si è laureato a 27 anni e già aveva un lavoro. C'è qualcuno che è ancora single ed ha un figlio, altri che da sposati hanno dovuto aspettare 10 anni per essere genitori. Ci sono quelli che sono una coppia, ma amano altri, quelli che si amano e non sono niente e chi sta ancora cercando qualcuno da amare. Tutto funziona secondo il nostro orologio: le persone possono vivere solo secondo il proprio ritmo. Può sembrare che i tuoi amici siano più avanti di te o che siano più indietro; però loro si trovano nel loro momento e tu nel tuo. Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso; non sei in ritardo e non sei in anticipo... sei nel tuo tempo." 

--------------------------------------------

mercoledì 7 dicembre 2016

Card docenti: guida alla rendicontazione delle spese già effettuate nel periodo 01/09-30/11

Bonus docenti 500 euro. Forniamo di seguito delle istruzioni per rendicontare le spese già effettuate tra l'1 settembre 2016 e il 30 novembre 2016. Spese che, ovviamente, rientrano tra quelle previste dalla Card docente.

Ricordiamo che la card docente è attiva dallo scorso 30 novembre, ma che è anche possibile rendicontare le spese effettuate in precedenza ed ottenerne il rimborso.

Rendicontazione spese già effettuate nel periodo 1 settembre 2016-30 novembre 2016

L’articolo 12 comma 3 del DPCM del 28 novembre stabilisce che i docenti che abbiano effettuato acquisti nel periodo che va dal 1 settembre 2016 al 30 novembre 2016 potranno ottenere il riconoscimento di tali spese a valere sulla disponibilità della propria carta per il corrente anno scolastico.

Infatti, utilizzando sempre l’applicazione web cartadeldocente.istruzione.it, i predetti docenti genereranno una autodichiarazione contenente i beni/servizi acquistati e gli importi spesi. Tale autodichiarazione, corredata dei relativi scontrini e/o fatture di acquisto, dovrà essere consegnata alla scuola di servizio, il cui Dirigente scolastico avrà il compito di controllarne la conformità con quanto stabilito dalla norma.

Attraverso una procedura informatica, i cui dettagli operativi saranno forniti in una successiva circolare nel mese di dicembre, le informazioni necessarie al pagamento saranno acquisite da questo Ministero e inviate alla società CONSAP che provvederà alla liquidazione della somma complessivamente spettante all’istituzione scolastica, ai fini del successivo pagamento da parte di quest’ultima ai docenti interessati.

Si ribadisce che le disposizioni di cui al presente paragrafo hanno natura transitoria e pertanto riferibile esclusivamente alle spese già sostenute in questo anno scolastico , nel periodo che va dal 1 settembre 2016 al 30 novembre 2016, secondo quanto previsto all’articolo 12 comma 3 del DPCM del 28 novembre citato.

Aspetto metrico e strutturale del testo poetico: verifica. Scuola secondaria di I e II grado

Verifica scritta da scaricare in fondo al post in formato word. Si tratta di quattro pagine che all'occorrenza possono essere modificate. I quesiti verteranno su testi di Carducci, Cavalcanti e di Ugo Foscolo. Di quest'ultimo verrà proposta l'analisi del testo "In morte del fratello Giovanni".


QUESTI I CONTENUTI GENERALI DELLA VERIFICA:

- Assonanze e consonanze;
- Enjambement;
- La rima;
- I versi;
- La forma poetica della ballata;
- Versi piani, tronchi o sdruccioli;
- Schema metrico e rima dei testi poetici;

SCARICA QUI LA VERIFICA

lunedì 5 dicembre 2016

Si dice "allerta" oppure "all'erta"? Italiano Senza Errori

Molte persone si chiedono, giustamente, quale delle due forme sia corretta.

Un po' di storia di questo "modo di dire" può aiutarci a capirne il vero significato e a scriverlo

"Erta" è un termine che indica un'altura, un luogo da cui osservare e tenere sotto controllo un territorio. L'espressione "stare all'erta", dunque, si sviluppa principalmente in ambito militare poiché era compito della sentinella quello di "stare all'erta", cioè presidiare una posizione sopraelevata da cui controllare le zone circostanti e tenere sotto controllo le mosse del nemico.

La locuzione "all'erta", successivamente, è diventata uninominale, vale a dire costituita da una sola parola, "allerta", assumendo la funzione di sostantivo dall'originale locuzione avverbiale. 
Dal sostantivo "allerta" seguirà poi la formazione del verbo "allertare" (es. "allertare la popolazione").

Per questa ragione, non essendo nel frattempo caduta in disuso la forma "all'erta", sono consentite entrambe le forme. Possiamo scrivere quindi "stare all'erta" e "stare in allerta". 

Di che genere è il nome "allerta"? Femminile, anche se viene talvolta anche usato al maschile.

------------------------------------

venerdì 2 dicembre 2016

Card docenti: finalmente le istruzioni, passo passo, per effettuare gli acquisti


Con la nota prot. 3563, emessa in data 29 novembre, il MIUR fornisce indicazioni preciso riguardo Carta del Docente - Istruzioni operative per le istituzioni scolastiche statali / Rendicontazione delle somme spese nel periodo 1 settembre 2016-30 novembre 2016.

Riportiamo di seguito, passo passo, le fasi da seguire per effettuare gli acquisti tramite la card del docente
  
1. Dal 30 novembre p.v., per l’anno scolastico 2016-2017, i docenti avranno a disposizione l’applicazione web “Carta del Docente”, disponibile all’indirizzo web cartadeldocente.istruzione.it, mediante la quale sarà possibile effettuare acquisti presso i soli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e servizi appartenenti ai seguenti ambiti: Formazione e aggiornamento – Libri e testi (anche in formato digitale) – Mostre ed Eventi culturali – Musei – Cinema – Teatro – Spettacoli dal vivo – Hardware e Software

2. L’applicazione funziona nel seguente modo:


 il docente, una volta ottenute le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e registratosi sull’applicazione web usando le stesse credenziali, è abilitato ad operare attraverso l’applicazione cartadeldocente.istruzione.it

3. Per acquistare un determinato bene/servizio, il docente deve generare un buono di spesa riferibile alla categoria del bene/servizio che intende acquistare ed avente importo pari al prezzo del bene/servizio stesso

4. Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che il docente potrà salvare su un dispositivo o stampare per utilizzarlo online o presentarlo all’esercente.

5. Il docente per effettuare l’acquisto presso l’esercente o ente di formazione scelto, fisico o online, aderente all’iniziativa “carta del docente”, dovrà comunicare all’esercente stesso il codice identificativo, mediante il quale l’esercente validerà il buono del docente.

 6. La validazione del buono comporta, da un lato il decremento immediato nel portafoglio del docente del medesimo importo del buono e dall’altro la consegna del bene o l’erogazione del servizio richiesto.

 I buoni validati sono poi liquidati agli esercenti o agli enti di formazione dalla società CONSAP spa.

giovedì 1 dicembre 2016

Verifica sul testo poetico - I caratteri del testo poetico. Scuola secondaria di I e II grado

Proponiamo una verifica in formato word da scaricare liberamente e all'uopo da modificare. Si concentra soprattutto sui "caratteri del testo poetico".

I primi 4 quesiti si riferiscono alle conoscenze. Seguono quelli sulle abilità.
Il testo poetico da analizzare è "Piccole cose" di Corrado Govoni.

L'ultimo esercizio consiste nella scrittura della parafrasi.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...